Benvenuto nel mio blog

Benvenuto

Benvenuto! Se sei un giovane professionista, se hai lanciato da poco un’attività o vuoi lanciarne una, se – qualunque sia il tuo lavoro – ti piace avere una mentalità pro-soluzione e anti-lamentela, e non hai voglia di accontentarti di risultati professionali nella media né di essere classificato come ‘la generazione della crisi’ … sei capitato nel posto giusto ☺
In questo blog troverai periodicamente spunti, idee, consigli, esperienze di vita personale che ho accumulato mettendo in pratica gli insegnamenti di business e di vita ricevuti dai più grandi nomi della formazione mondiale (Tony Robbins e Robert Allen sono i miei principali ‘maestri’ e mentori).
Mi auguro che potranno anche rappresentare per te una sorta di vaccino contro la sfiducia nel futuro che ahimè colpisce gran parte dei giovani professionisti di oggi.

in 7 su 10 vedono le proprie capacità e intraprendenze frenate dai limiti del paese e dalle carenze della politica.*

Non solo, nel mio blog ti darò costantemente suggerimenti pratici per individuare nuove opportunità di lavoro e di business, per trovare soluzioni alle tue sfide professionali (e personali), per non restare bloccato nei tuoi progetti più importanti a causa dei condizionamenti esterni (la famiglia, la burocrazia, il contesto sociale ed economico).

Voglio aprire questo blog con una delle frasi guida che, nel mio piccolo, più mi ha permesso di raggiungere traguardi di Business importanti: Non aspettare un giorno migliore, CREALO!

Mi relaziono per lavoro con migliaia di giovani ogni anno, e quello che mi sento ripetere in continuazione è

aspettiamo che arrivi un giorno migliore … l’occasione della vita

Beh, la brutta notizia è che aspettare non ci aiuta a costruire il nostro futuro, quello che davvero desideriamo, lavorativamente parlando (e non solo). Siamo solo noi a determinare il successo o il fallimento della nostra vita: siamo noi a creare ‘la nostra grande occasione’. Il giorno migliore è nella nostra testa e abbiamo il dovere verso noi stessi di attivarci per renderlo reale.

Con questo non intendo dire che bisogna sperare in cose improbabili ma che bisogna agire per cose possibili!

Nella mia vita mi sono scottato e sono inciampato. Nonostante questo ho continuato ad agire, mi sono mosso, ho tratto un insegnamento dai miei errori, ho cercato soluzioni alle mie sfide personali e professionali, ho cercato di imparare dai migliori, leggendo libri e frequentando corsi con i migliori Speaker internazionali, e – soprattutto – ho eliminato quei ‘pesi morti’ che a fronte di un cambiamento avevano e trasmettevano paura.

Uno dei miei inviti, in questo blog, è quello di non farci fermare dai pesi morti, da chi ha paura di cambiare le proprie abitudini perché ‘è più comodo così’… anche se il prezzo da pagare è continuare ad avere gli stessi risultati che non ci soddisfano.

Agiamo, proviamoci, frequentiamo i nostri pari, persone che ci stimolano invece di demotivarci, smettiamo di fare sempre le stesse cose, se non portano risultati, e anche questi cambieranno in meglio.

Se tra 20 anni ci sentiremo descrivere come ‘la generazione della crisi’, degli scandali e della mediocrità, vorrà dire che siamo stati anche noi gli artefici di queste associazioni, perché non siamo stati in grado di generare altro di positivo.

Vorrei che questo blog diventasse la community di tutti coloro che vogliono agire per cambiare i risultati che non vanno invece che lasciarsi andare, perché i nostri risultati dipendono al 90% dalle nostre azioni.

In bocca al lupo,
Riccardo

*Fonte: repubblica.it
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2018 Riccardo Acampora - Cookie policy e Privacy

Log in with your credentials

Forgot your details?