SE Fossi, SE Avessi, Se Potessi (Convinzioni & Risultati)

convinzioni&risultati

Oggi voglio condividere con te una ‘storiella’ che fa capire chiaramente il forte legame esistente tra le nostre convinzioni e i risultati che possiamo ottenere.

C’erano una volta, in un paesino del centro Italia 3 amici che ogni giorno dopo una giornata di lavoro si incontravano davanti al bar per bere una birra e scambiare 2 chiacchiere.

Il primo si chiamava SE FOSSI ed ogni volta che si affrontava un discorso riguardante il futuro si lasciava guidare da questa convinzione:
Se Fossi milionario non lavorerei più, girerei il mondo, starei sempre in vacanza, sarei la persona più felice del mondo.

Il secondo, SE AVESSI, faceva un’affermazione simile:
Se avessi la possibilità di cambiare lavoro, farei ciò che veramente mi piace, non trascorrerei le mie giornate aspettando con ansia che finisca il turno di lavoro, inizierei ad essere felice per tutto ciò che faccio.

La convinzione del terzo, SE POTESSI, lo faceva esordire così:
Se potessi decidere cosa fare sicuramente cambierei città, andrei a fare un’esperienza all’estero e cercherei di imparare una lingua nuova.

Le loro giornate trascorrevano sempre allo stesso modo, fuori da quel bar, riflettendo su ciò che avrebbero potuto cambiare ma senza mai agire per cambiarlo.


Nella stessa città c’erano altri 3 ragazzi che si incontravano ogni giorno in un garage pieno di polvere, davanti ad un piccolo computer con una lenta connessione internet, eppure le loro convinzioni sul loro futuro erano ‘leggermente’ diverse…

Il primo si chiamava COME POSSO FARE PER ESSERE ed esordiva così:
Come posso fare per essere milionario così da poter girare il mondo, concedermi tante vacanze ed aiutare il prossimo?

Il secondo si chiamava COME POSSO FARE PER AVERE ed anche lui iniziava le conversazioni in maniera pressocchè simile:
Come posso fare per avere un nuovo lavoro, avere nuovi stimoli e vivere le giornate con maggiore felicità e meno frustrazione?

Il terzo infine, COME POSSO FARE PER POTER, sulla falsa riga dei suoi amici esordiva così:
Come posso fare per poter cambiare città, andare all’estero ed apprendere una nuova lingua?

Le 2 comitive con il passare del tempo continuavano sempre a riunirsi, ogni giorno, dopo il lavoro. Oramai era diventata un’abitudine fissa, standard.

Dopo 5 anni, passando in quel paese, girando l’angolo che portava a quel famoso bar, vidi i 3 ragazzi seduti lì fuori con la loro classica birra continuare sempre a chiacchierare. Proseguendo la strada in direzione del garage notai una cosa strana. Quel garage sotto quella costruzione non esisteva più, addirittura il palazzo non esisteva più.
COME POSSO FARE PER AVERE aveva deciso di cambiare lavoro per fare ciò che aveva sempre desiderato ed aveva costruito un prestigioso hotel.

Incuriosito andai nel suo hotel per chiedere anche che fine avessero fatto gli altri 2 e la sua risposta fu molto semplice:
COME POSSO FARE PER ESSERE è in giro per il mondo con la sua nuova azienda che ha diverse sedi dislocate nel globo mentre COME POSSO FARE PER POTER vive in Australia, ha messo su famiglia e vive felice in una nazione che lo stimola molto.

Desidero condividere con te questo aneddoto, semplice ma efficace, perchè racchiude l’essenza di ciò che veramente siamo e soprattutto vogliamo essere.
C’è una bellissima frase di Stephen Hawking che dice: “Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa da fare: guardate le stelle invece dei vostri piedi”.
Il messaggio che voglio lanciare con questo articolo è proprio questo.

Per quanto possa essere più facile fantasticare, immaginare, sperare in qualcuno o qualcosa, c’è sempre qualcosa che potete fare:
VIVETE LA VITA IN MANIERA ATTIVA , SIATE VOI I PROTAGONISTI DELLA VOSTRA VITA E PONETEVI DOMANDE CHE PORTANO ALL’AZIONE E NON ALLE CHIACCHIERE.
Sarà sempre più facile e comodo stare seduti in un bar piuttosto che in un garage con la polvere … ma il bar resterà sempre un bar … mentre il garage può trasformarsi nell’hotel del tuoi sogni (com’è stato nell’aneddoto che ti ho raccontato!)

Felice giornata!

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2018 Riccardo Acampora - Cookie policy e Privacy

Log in with your credentials

Forgot your details?